Protocollo

Teethan® rileva, acquisisce ed elabora l’attività elettrica dei principali muscoli masticatori: i temporali anteriori e i masseteri.

L’esame consiste in due test di serramento della durata di 5 secondi ciascuno. I segnali raccolti permettono a Teethan di ricavare gli indici fondamentali per la valutazione dello stato occlusale del paziente:

POC
Fornito per ogni coppia muscolare, individua quale tra i due muscoli è prevalente. In condizioni ottimali sia il POC dei temporali sia il POC dei masseteri deve essere pari a 100. Qualora il POC dei temporali indichi uno squilibrio, il paziente subirà nella parte anteriore della bocca un maggior numero di contatti sul lato del muscolo prevalente. Se lo squilibrio riguarda i masseteri, il paziente subirà nella parte posteriore della bocca una prevalenza di contatti sul lato del muscolo prevalente.

BAR
Rappresenta il baricentro del piano occlusale e rivela se nel paziente prevalgono i muscoli masseteri o i temporali. Poiché i muscoli masseteri sono più forti rispetto ai temporali la condizione più fisiologica è la prevalenza dei masseteri (baricentro posteriore). Se al contrario sono i temporali a prevalere (baricentro anteriore) il paziente si trova esposto a sovraccarichi condilari: la mandibola tende ad avanzare per via dei numerosi contatti nella zona anteriore della bocca, stressando i condili dell’articolazione temporomandibolare.

TORS
Rappresenta le laterodeviazioni della mandibola, rivelando l’atteggiamento torsionale della mandibola sul piano orizzontale. Viene rilevato valutando l’attività incrociata delle due coppie di muscoli.

IMPACT
Valuta l’intensità del lavoro muscolare, restituendo un parametro strettamente correlato alla forza del morso.
Conoscere l’entità del lavoro muscolare è particolarmente interessante innanzitutto per la ricerca della corretta dimensione verticale del paziente: in presenza di ridotto lavoro muscolare si avrà un paziente con dimensione verticale eccessiva, mentre nel caso di un elevato lavoro muscolare si manifesterà il fenomeno opposto.
È un indice prezioso anche per individuare la presenza di riflessi nocicettivi: riflessi che il paziente non avverte e che sono spesso causa dell’abbassamento del lavoro muscolare.

ASIM
Indica l’eventuale asimmetria tra lato destro e lato sinistro e permette di identificare l’eventuale lato dominante sul piano occlusale del paziente.